PORTALE   FORUM   FAQ  
Iscriviti  Login
Indice Vita quotidiana Giochi e giocattoli

Giochi di carte

Giocattoli, giochi in scatola, di società, di carte, in cortile...

Giochi di carte

Messaggioda galerius » mar 20 nov 2018, 20:07

Non ne abbiamo ancora parlato, curiosamente...però, immagino che un po' tutti abbiamo avuto fra le mani qualche mazzo Modiano, o Dal Negro, o Armanino...oppure no ?

I miei giochi "settantiani" sono stati la Scopa, insegnatami da mio nonno ( spesso erano i nonni a insegnare ai nipotini questi giochi tradizionali, e immagino che in ogni regione un certo gioco fosse il più popolare ; da noi era la Scopa, appunto ) e la Briscola ; quest'ultimo lo scoprii durante uno dei nostri viaggi in Abruzzo.
Ero particolarmente affascinato da quest'ultimo perché lo si giocava con le 'napoletane', che penso tutti conosciate. Io all'epoca non le avevo ancora mai viste e mi sembrarono bellissime.

A metà Decennio, un amico di Torino ci insegnò un gioco che poi ho scoperto chiamarsi Eleusis : si trattava di indovinare un certo codice secondo il quale venivano aggiunte carte ad una sequenza ( il principio era un po' quello del Master Mind ). Per esempio, una regola poteva essere "se la carta che precede è rossa, aggiungere una carta dispari, e viceversa". Piuttosto complicato, ma per un po' ci prese.

Non ho mai giocato, invece, al gioco per famiglie riunite per eccellenza, il Mercante in Fiera.

E i vostri ricordi...cartacei quali sono ?
Sempre che ce ne siano, ovvio...
Attento, Black Jack, perché adesso ti tingo...sarebbe "ti tengo", ma è per far rima con...GRINGO...!
------------------------------------------
Avatar utente
galerius
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3830
Iscritto il: lun 21 ott 2013, 11:40
Località: Luserna San Giovanni - TO

da Sponsor Anni70 » mar 20 nov 2018, 20:20

Anni70.net - Che cosa vuoi di più dalla vita?

Sponsor Anni70
Settantiano supporter
 

Re: Giochi di carte

Messaggioda Omero » mar 20 nov 2018, 20:20

Scala 40, Ramino.
Mia mamma era patita per i solitari. Ne faceva talvolta una specie di oracolo: se riusciva, allora il suo pensiero riceveva parere positivo, altrimenti...
Cara...

Dimenticavo: all'università era immancabile una briscola chiamata ("il due" come si dice qui) prima di riprendere lo studio o le lezioni.
Hic manebimus optime
Avatar utente
Omero
Settantiano top
Settantiano top
 
Messaggi: 669
Iscritto il: dom 17 set 2017, 11:35

Re: Giochi di carte

Messaggioda Mauro Tozzi » mar 20 nov 2018, 20:40

Anch'io da piccolo giocavo spesso a scopa o a briscola con mio padre.

A casa abbiamo anche questo libro sui giochi di carte, risalente a fine anni '60 (solo il primo volume, però):

Immagine
Clicca sulla miniatura per ingrandire
Occhi di gatto, un altro colpo è stato fatto!

Per far vincere i cattivi, basta che i buoni non facciano niente.
Avatar utente
Mauro Tozzi
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 1798
Iscritto il: gio 31 ott 2013, 15:33
Località: Roma

Re: Giochi di carte

Messaggioda galerius » mar 20 nov 2018, 20:53

Bellissimi quei volumi della Librex !!
Io li ho tuttora entrambi ( li ho comprati, o meglio, me li aveva comprati mio nonno - quello della Scopa - alla Claudiana di Torre Pellice, giusto sul finire degli anni '60 ).
Era una delizia sfogliarli, perdersi nelle illustrazioni...

Altro gioco 'famigliare' molto praticato era l'Uomo Nero ( ma noi la chiamavamo piuttosto l'Asino ), in cui dovevi liberarti di tutte le carte accoppiandole pescandone una a turno dalla dotazione del vicino ; senonché ce n'era una isolata - di solito il Fante di Picche - che ti faceva perdere se a fine gioco ti rimaneva in mano.
Attento, Black Jack, perché adesso ti tingo...sarebbe "ti tengo", ma è per far rima con...GRINGO...!
------------------------------------------
Avatar utente
galerius
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3830
Iscritto il: lun 21 ott 2013, 11:40
Località: Luserna San Giovanni - TO

Re: Giochi di carte

Messaggioda galerius » mar 20 nov 2018, 21:38

Omero ha scritto:Scala 40, Ramino.
Mia mamma era patita per i solitari. Ne faceva talvolta una specie di oracolo: se riusciva, allora il suo pensiero riceveva parere positivo, altrimenti...
Cara...

:)
I solitari piacevano e piacciono molto anche a me, anche se i miei preferiti - la cosiddetta Scala di Piranesi e lo Spider - li avrei scoperti solo molto oltre il Decennio.
Scala Quaranta, Ramino e un gioco che qui chiamano Pinacula, simile ai suddetti, li conoscevo ma non mi attiravano troppo, a me bambino/ragazzino sembravano lenti e poveri di emozioni. Li avrei rivalutati in seguito ( anche se in quella famiglia di giochi i preferiti sono il Machiavelli e la Canasta ).
Attento, Black Jack, perché adesso ti tingo...sarebbe "ti tengo", ma è per far rima con...GRINGO...!
------------------------------------------
Avatar utente
galerius
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3830
Iscritto il: lun 21 ott 2013, 11:40
Località: Luserna San Giovanni - TO

Re: Giochi di carte

Messaggioda Ian » gio 22 nov 2018, 12:45

giocavamo molte volte a carte con gli amici, quando magari fuori pioveva e anche durante le feste con i parenti. Mi piaceva particolarmente giocare con le carte francesi, quindi scala 40 e ramino, ma il top è stato quando mi hanno imparato a giocare a canasta, ero affascinato da tutte quelle carte disposte sul tavolino, con i "pali" le canaste , 3 rossi ecc. mi faceva sentire grande perchè era un gioco abbastanza di ragionamento :)
Oltre questo però, amavo tantissimo i disegni delle carte stesse , ma in questo caso, delle carte piacentine, perchè da noi in prov di An, per la briscola scopa ecc. usavamo queste e non so perchè ma la carta col re di bastoni per me era la più bestiale:

Immagine

a seguire , penso l'asso di spade e l'asso di danari, ma anche il 3 di bastoni.
A voi esteticamente , a quei tempi, quale carta destava più fascino?
Avatar utente
Ian
Settantiano entusiasta
Settantiano entusiasta
 
Messaggi: 213
Iscritto il: ven 27 feb 2015, 18:37

Re: Giochi di carte

Messaggioda galerius » gio 22 nov 2018, 13:39

Le Piacentine - ehi, Rebekah ;) - c'erano anche in casa mia, credo le avesse prese mio padre. Le ho ancora, da qualche parte.

Eh, sì, c'era anche il fascino estetico, indiscutibile !
A me piacevano le facce delle Regine nelle classiche carte anglofrancesi, per esempio.
Però la mia preferita in assoluto era l'Asso di Coppe delle napoletane.
Immagine
Clicca sulla miniatura per ingrandire
Attento, Black Jack, perché adesso ti tingo...sarebbe "ti tengo", ma è per far rima con...GRINGO...!
------------------------------------------
Avatar utente
galerius
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 3830
Iscritto il: lun 21 ott 2013, 11:40
Località: Luserna San Giovanni - TO

Re: Giochi di carte

Messaggioda wildboys-wildboys » ven 23 nov 2018, 3:02

sono cresciuto con queste

Immagine


in seconda posizione quelle napoletane, entrambe della Modiano


a memoria non ricordo di aver mai mischiato delle Dal Negro
Avatar utente
wildboys-wildboys
Settantiano top
Settantiano top
 
Messaggi: 648
Iscritto il: mer 7 mag 2014, 22:40
Località: Messina - Livorno Ferraris - Messina

Re: Giochi di carte

Messaggioda Mauro Tozzi » ven 23 nov 2018, 9:18

Le carte che usavamo noi erano invece le piacentine.

Immagine
Clicca sulla miniatura per ingrandire
Occhi di gatto, un altro colpo è stato fatto!

Per far vincere i cattivi, basta che i buoni non facciano niente.
Avatar utente
Mauro Tozzi
Settantiano VIP
Settantiano VIP
 
Messaggi: 1798
Iscritto il: gio 31 ott 2013, 15:33
Località: Roma

Re: Giochi di carte

Messaggioda Guszti » ven 23 nov 2018, 23:20

Essendo veneto da molte generazioni, sono stato iniziato al gioco con le carte trevisane
Immagine
che francamente non mi sono mai piaciute - e molti altri sono d'accordo - perché arabescate, difficili da distinguere tra loro, e cromaticamente monotone con quei tre colori ripetuti all'infinito. E la versione "storica" era ancora più brutta e triste, questa è quella moderna.
Particolarmente male riuscito il fante di spade, con quella testa mozzata e quella pettinatura che lo rende simile ad una vecchia eccentrica; infatti è chiamato "vecia" e fa la parte dell'uomo nero nel gioco omonimo.
Queste sono quelle della Dal Negro, che è proprio di Treviso e ne ha anche realizzato una variante a 54 carte con tanto di matte; complimenti al disegnatore per come è riuscito a realizzare i dieci di spade e bastoni!

Si giocava anche a Scopa, Briscola e Tressette.
Poi avevo una parente "dissenziente" che preferiva la carte francesi, e con lei erano partite a Scala 40 e alla sua "cervellotica" variante Machiavelli.
"Oggi studieremo il pentagono!" "E domani il Cremlino! Così… per equilibrare" - Mafalda
Avatar utente
Guszti
Settantiano top
Settantiano top
 
Messaggi: 375
Iscritto il: mar 5 gen 2016, 15:57

Prossimo

Torna a Giochi e giocattoli

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

      
cron